Recensione dei migliori notebook

Sul web si trovano molti articoli con argomento la recensione dei migliori notebook, in realtà non esiste un notebook migliore che vada bene per tutti. A seconda dell’uso che ne dovrete fare cambia la scelta dei parametri da tenere sotto controllo. Partiamo da quelli che vogliono utilizzare il proprio notebook per giocarci: in tal caso si dovrà tenere d’occhio la potenza del processore, la scheda grafica, la RAM, il mouse e il monitor. Partiamo in tal caso dai notebook con 17 pollici o più, scheda grafica da almeno 2 GB, RAM DDR3 da 8 GB o superiore e preferibilmente mouse a 7 tasti programmabile. In questa fascia un buon portatile è l’Acer V17 Nitro, dotato della scheda grafica “Intel HD 530 + Nvidia GTX 960M”, display da 17.3 pollici, di un processore Intel Core i5-6300HQ quad core (frequenza da 2.3 GHz a 3.2 GHz) o, a scelta, un Intel Core i7-6700HQ quad core (frequenza da 2.6 GHz a 3.5 GHz), RAM DDR4 da 16 GB a 32 GB, due dischi fissi, uno SSD da 256 GB e uno SATA da 1000 GB. Passiamo ora a chi usa il notebook per lavoro, qui possiamo distinguere tra due categorie : coloro che ne fanno un uso standard (scrittura di documenti Word, Excel e Navigazione Internet) e coloro invece che fanno un uso intensivo delle risorse (programmatori informatici, Web Designer, Architetti, Ingegneri, Analisti Finanziari). Per la prima categoria possiamo dire che il 90% dei portatili moderni va più che bene, c’è ampia scelta. Per la seconda categoria invece le componenti fondamentali sono tre/quattro: potenza del processore, RAM, disco SSD e Scheda Grafica (quest’ultima per i Web Designer, Architetti). Per chi lavora con la grafica consiglio un MacBook della Apple, se volete risparmiare però ci sono tanti buoni ultrabook che montano Windows veramente competitivi. Un buon portatile per i programmatori è distribuito dalla Asus, il K501UX: monta un processore Intel Core i7 6500U, RAM da 4 GB espandibile fino a 12 GB, display da 15,6 pollici, scheda grafica NVIDIA GeForce GTX 950M da 2GB o 4GB DDR3.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *